Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili?

    Aggiornato il 17 febbraio 2023 |
    Pubblicato il 20 dicembre 2022
    Fonti Verificate
    Revisione medica di Dottoressa Amanda Kallen, Professoressa associata di ostetricia, ginecologia ed endocrinologia riproduttiva, Scuola di Medicina dell’Università di Yale, Connecticut, Stati Uniti
    Standard di fact-checking di Flo

    Tutti i contenuti di Flo Health rispettano i massimi standard editoriali di accuratezza linguistica, stilistica e medica. Per scoprire cosa facciamo per fornirti le migliori informazioni sulla salute e lo stile di vita, consulta i nostri principi di verifica dei contenuti.

    Sono molti i fattori che possono rendere variabile l'inizio delle mestruazioni o perfino bloccarle, ad esempio periodi di stress al lavoro o l'uso di una nuova pillola anticoncezionale. Ecco cosa dovresti sapere.

    Si stima che nel periodo che va dal menarca alla menopausa, le donne e le persone con un ciclo mestruale abbiano le mestruazioni circa 450 volte, l'equivalente di 6 anni di sanguinamento. Nonostante tu possa abituarti alla durata del tuo ciclo, alla quantità del flusso e ai prodotti mestruali che preferisci, le mestruazioni sono tutto fuorché prevedibili. 

    La minima variazione dei livelli di ormoni riproduttivi e del benessere fisico può comportare la comparsa delle mestruazioni due volte in un mese, l'assenza di mestruazioni per alcuni periodi e altri cambiamenti nel ciclo. Nella maggior parte dei casi, non c'è nulla di cui preoccuparsi, ma è sempre bene parlarne con il medico per fugare ogni dubbio.

    Abbiamo chiesto agli esperti di spiegarci quali sono motivi più frequenti della variabilità delle mestruazioni, in che modo i contraccettivi possono influire sul ciclo e quando è il caso di consultare il medico.

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili?

    "Sono moltissimi i motivi che determinano alterazioni del ciclo mestruale e ogni caso è diverso dall'altro", spiega a Flo la dottoressa Sarah Welsh, ginecologa dell’NHS, il servizio sanitario nazionale del Regno Unito, e fondatrice di HANX. 

    "Il ciclo mestruale è estremamente dinamico; la durata, il flusso o i sintomi possono essere influenzati da svariati fattori. Se il ciclo è variabile o si arresta, il tuo corpo ti sta dicendo: "Non sono in grado di accogliere una gravidanza in questo momento" e potrebbe farlo in risposta a stress elevato, cambiamenti sostanziali nel peso o altri fattori legati allo stile di vita.

    Se le mestruazioni durano tre giorni invece di cinque, se si verificano due volte in un mese o se le date risultano completamente sballate, è normale allarmarsi. Tuttavia, lievi fluttuazioni come queste spesso non indicano nulla di preoccupante. Se hai dubbi, parlane con il tuo medico. 

    Un'app di monitoraggio del ciclo come Flo può essere d'aiuto per capire meglio come funziona il tuo ciclo mestruale e individuare le possibili cause del ritardo o dell’anticipo delle mestruazioni. 

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili? Cos'è il ciclo mestruale?

    Il ciclo mestruale è il processo che ogni mese si verifica nel tuo corpo dopo la pubertà. Non esistono due mestruazioni uguali; se ne parli con le tue amiche, scoprirai che magari hanno un ciclo mestruale più lungo o più breve del tuo. Inoltre, dopo aver avuto un figlio o quando ti avvicini alla menopausa, potresti notare ulteriori cambiamenti nel tuo ciclo mestruale. 

    In media, il ciclo mestruale per una donna, o persona con un utero, che non usa contraccettivi ormonali dura dai 21 ai 35 giorni circa, contando dall'inizio di una mestruazione all'inizio della successiva. 

    Il primo giorno del ciclo mestruale coincide con il primo giorno di mestruazioni. Normalmente, le mestruazioni durano da due giorni a una settimana e, durante questo periodo, i livelli degli ormoni riproduttivi (estrogeni e progesterone) sono bassi. 

    Concluse le mestruazioni (intorno al quinto o settimo giorno del ciclo), i livelli di estrogeni cominciano a salire e il corpo si prepara a rilasciare un ovulo. Questo processo in genere segna la metà del ciclo ed è chiamato ovulazione. 

    A ovulazione avvenuta, i livelli di progesterone aumentano per preparare il corpo ad accogliere una possibile gravidanza, anche se l'ovulo non viene fecondato. La membrana uterina (endometrio) si ispessisce in modo da poter sostenere l'eventuale annidamento di un ovulo fecondato, ovvero l'impianto. 

    Se non avviene alcuna fecondazione o se un ovulo fecondato non riesce a impiantarsi, la membrana uterina si sfalda e cominciano le mestruazioni. Questo evento segna l'inizio di un nuovo ciclo mestruale.

    "Il ciclo mestruale è un sistema molto delicato e ciascun ormone influisce sui tempi, sui sintomi e sull'ovulazione", spiega la dottoressa Welsh. 

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili? Come influiscono i contraccettivi sul ciclo mestruale?

    Con l'avanzare del ciclo mestruale, il corpo rilascia livelli variabili di estrogeni e progesterone. Se qualsiasi fattore interferisce con il flusso naturale di questi ormoni, le mestruazioni potrebbero non arrivare nel giorno previsto. Uno di questi fattori è la contraccezione ormonale. 

    "Le variazioni nell'assunzione dei contraccettivi possono influire significativamente sulla durata del ciclo mestruale", afferma la dottoressa Welch. "Se hai iniziato da poco ad assumere la pillola anticoncezionale o se hai cambiato pillola, l'impatto sugli ormoni può essere considerevole. Allo stesso modo, se hai inserito da poco un impianto o una spirale, potresti notare cambiamenti nel ciclo". 

    La contraccezione ormonale induce la produzione di vari livelli di progesterone, estrogeni o loro combinazione nel tuo corpo. Uno studio pubblicato dalla National Library of Medicine sottolinea che questo potrebbe comportare irregolarità nelle mestruazioni, spotting continuo o amenorrea (interruzione delle mestruazioni). Infatti, l’NHS classifica la pillola anticoncezionale e i dispositivi intrauterini (spirale) come due cause frequenti di irregolarità del ciclo mestruale. 

    Secondo la dottoressa Welsh, anche gravidanza, aborto spontaneo e pillola del giorno dopo possono modificare i livelli ormonali andando a interferire con il ciclo mestruale. 

    Sebbene le mestruazioni saltate non siano sempre indice di una gravidanza, "uno dei motivi più frequenti per l'assenza di mestruazioni (laddove esiste la possibilità che il seme sia entrato in vagina) è proprio la gravidanza. Quindi, si consiglia sempre di fare un test di gravidanza". 

    E continua: "La pillola del giorno dopo o un aborto indotto possono modificare il ciclo a causa delle oscillazioni ormonali". Analogamente, in caso di aborto spontaneo le mestruazioni possono presentarsi in periodi inattesi. È possibile non accorgersi di essere incinta e avere mestruazioni in ritardo e molto più abbondanti del solito: questa è un'indicazione di aborto spontaneo". 

    Se noti sintomi precoci di un aborto spontaneo, come sanguinamento, dolore al ventre o crampi, richiedi subito assistenza medica. 

    L'aborto spontaneo può essere un'esperienza devastante, quindi ricorda che non sei sola. Esistono servizi e gruppi di supporto, tra cui Ciao Lapo, Fede e terapia e Il Dono Onlus.

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili? Qual è il collegamento tra salute mentale e ciclo mestruale?

    La gravidanza e la contraccezione ormonale non sono le uniche cause delle oscillazioni ormonali durante il ciclo mestruale, anche la salute mentale può influire direttamente sulla durata del ciclo e perfino sui sintomi.

    "Un concetto che dovrebbe essere chiaro a tutti è che le mestruazioni sono una funzione controllata dal cervello e non dalle ovaie", spiega la dottoressa Mary Jane Minkin, specialista e professoressa di ostetricia e ginecologia a Yale. 

    "Le ovaie ricevono gli ordini dall'ipotalamo, una ghiandola che si trova alla base del cervello e che invia messaggi alla ghiandola pituitaria che, a sua volta, stimola le ovaie a produrre estrogeni e progesterone. Si tratta di un equilibrio complesso".

    Nei periodi prolungati di stress, nel corpo aumentano i livelli di cortisolo, un ormone prodotto da un meccanismo di reazione allo stress detto "attacco o fuga", la nostra risposta istintiva e psicologica alle minacce reali (una tigre affamata) e percepite (ansia prima di una prestazione importante). 

    Vari studi hanno collegato i livelli aumentati di cortisolo al sanguinamento irregolare o all'amenorrea. Questo succede perché il cortisolo in eccesso inibisce l'ipotalamo (ghiandola del cervello che controlla la produzione di ormoni) che impedisce a sua volta la produzione degli ormoni riproduttivi. Saltare una mestruazione è un effetto collaterale frequente.

    "Fondamentalmente, è il modo in cui il corpo ci comunica di non essere pronto ad accogliere una gravidanza perché sotto pressione", spiega la dottoressa Welsh. "Lo stress può influire sugli ormoni ritardando l'ovulazione, questo posticipa la risalita dei livelli di progesterone e causa quindi il ritardo delle mestruazioni". 

    Uno studio del 2004 sul legame tra stress e dismenorrea pubblicato dal British Medical Journal ha associato livelli elevati di stress nei giorni delle mestruazioni a sintomi più dolorosi, ad esempio forti crampi. Inoltre, nel 2015 uno studio pubblicato nel Journal of Clinical and Diagnostic Research ha rilevato che le persone con lavori più impegnativi hanno cicli mestruali più brevi.

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili? Qual è il collegamento tra salute fisica e ciclo mestruale?

    Le alterazioni del ciclo mestruale potrebbero non sembrare connesse ad altri cambiamenti fisici, ma, la dottoressa Welsh afferma che potrebbero essere la spia di un problema. 

    "Che riguardino la dieta, lo stile di vita, il sonno o la routine quotidiana, diversi cambiamenti possono manifestarsi sotto forma di alterazioni del ciclo mestruale", afferma. "Talvolta, attraverso le variazioni delle mestruazioni è possibile individuare altre patologie sottostanti. Non vanno quindi ignorate. I livelli ormonali sono direttamente collegati ad altre funzioni, come la salute cardiaca e la densità ossea, quindi è bene tenerli sotto controllo". 

    Per prima cosa, è consigliabile prenotare una visita medica.

    Il ciclo è influenzato anche da perdite o aumenti di peso significativi e da un'attività fisica troppo intensa. Perché? Se si perde troppo peso, il corpo potrebbe smettere di produrre gli ormoni riproduttivi che controllano il ciclo mestruale. Allo stesso modo, se il peso aumenta eccessivamente, il corpo potrebbe produrre un eccesso di estrogeni, il che può bloccare le mestruazioni. 

    Anche "alcune patologie ormonali possono alterare le mestruazioni, come le disfunzioni tiroidee (ipotiroidismo e ipertiroidismo) e la produzione di un altro ormone prodotto dall’ipofisi chiamato prolattina", spiega la dottoressa Minkin. "La produzione di prolattina può essere stimolata anche da alcuni farmaci (molti psicofarmaci possono avere questo effetto)". 

    La maggior parte delle alterazioni del ciclo mestruale è assolutamente normale, sottolinea ancora una volta la dottoressa Welsh. Tuttavia, mestruazioni costantemente irregolari potrebbero essere la spia di un problema di salute sottostante come la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). 

    Prima di trarre conclusioni affrettate sulle possibili cause dell'irregolarità mestruale, chiedi assistenza al tuo medico che, se necessario, ti prescriverà esami di approfondimento e saprà tranquillizzarti.

    Perché i giorni delle mestruazioni sono variabili? Quando consultare il medico se si verificano alterazioni del ciclo mestruale?

    Sei tu che conosci il tuo corpo (e il tuo ciclo) meglio di chiunque altro. Una mestruazione saltata, due mestruazioni in un mese o un allungamento del ciclo da 24 a 31 giorni può destare qualche preoccupazione, se non è mai successo prima. Ma puoi e devi chiedere assistenza.

    La dottoressa Welsh afferma che, se qualcosa ti preoccupa, è sempre meglio parlarne subito con un professionista: "Qualunque cosa che non sembra nella norma o che desta preoccupazione è motivo sufficiente per consultare il medico. Parlane apertamente con un professionista, di sicuro non sarai né la prima, né l'ultima". 

    "Devi solo dire che sei preoccupata per l'irregolarità del ciclo, che il tuo flusso è molto più abbondante del solito oppure che le mestruazioni sono variabili. Racconta cos'è che ti allarma. Il medico saprà indagare più a fondo se lo ritiene necessario".

    Puoi monitorare le alterazioni del tuo ciclo usando un tracker del ciclo come Flo per registrare eventuali cambiamenti dei sintomi o dell'umore. Prova anche ad annotare eventuali variazioni nel colore, nella consistenza e nella quantità del sangue mestruale. 

    "Se capita un evento sporadico di mestruazioni saltate, in ritardo o in anticipo e poi il ciclo ritorna nella norma, non occorre preoccuparsi", avvisa la dottoressa Minkin. "Ma se l'irregolarità persiste, è meglio parlane con il medico che, se è il caso, consiglierà di approfondire con degli esami del sangue". Il medico potrebbe procedere con un'ecografia o consigliare un test di gravidanza sulle urine.

    È sempre utile informare il medico anche di eventuali cambiamenti nello stile di vita o nello stato di salute generale. 

    "Specifica se hai cambiato contraccettivo ormonale o stile di vita", afferma la dottoressa Welsh. 

    "Queste piccole cose influiscono sugli ormoni e sul ciclo. Tutto può essere gestito, quindi parla apertamente con il medico e, se qualcosa ti preoccupa, non aspettare troppo prima di chiedere assistenza". 

    Bibliografia

    “Nuisance or Natural and Healthy: Should Monthly Menstruation Be Optional for Women?” The Lancet, www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(99)11159-0/fulltext. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Menstrual Bleeding Patterns Among Regularly Menstruating Women.” NCBI, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22350580. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “The FIGO Recommendations on Terminologies and Definitions for Normal and Abnormal Uterine Bleeding.” NCBI, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22065325. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Menstrual Cycle - Better Health Channel.” Better Health, www.betterhealth.vic.gov.au/health/conditionsandtreatments/menstrual-cycle. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Menstrual Impact of Contraception.” NCBI, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8178900. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Irregular Periods.” Nhs.Uk, 7 ottobre 2021, www.nhs.uk/conditions/irregular-periods. Consultazione del 11 novembre 2021.

    Hollowc2. “Can Stress Cause You to Skip a Period?” Cleveland Clinic, 29 aprile 2021, health.clevelandclinic.org/can-stress-cause-you-to-skip-a-period. Consultazione del 11 novembre 2021.

    Wang, L. “Stress and Dysmenorrhoea: A Population Based Prospective Study.” Occupational & Environmental Medicine, 1 dicembre 2004, oem.bmj.com/content/61/12/1021. Consultazione del 11 novembre 2021.

    ​​“To Evaluate the Effect of Perceived Stress on Menstrual Function.” NCBI, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4413117. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Stopped or Missed Periods.” Nhs.Uk, 11 novembre 2020, www.nhs.uk/conditions/stopped-or-missed-periods. Consultazione del 11 novembre 2021.

    “Polycystic Ovary Syndrome.” Nhs.Uk, 17 Aug. 2021, www.nhs.uk/conditions/polycystic-ovary-syndrome-pcos. Consultazione del 11 novembre 2021.

    Clark, Nina M., et al. “Prevalence of Polycystic Ovary Syndrome Phenotypes Using Updated Criteria for Polycystic Ovarian Morphology.” Reproductive Sciences, vol. 21, n. 8, 2014, pp. 1034–43. Crossref, doi:10.1177/1933719114522525. Consultazione del 11 novembre 2021.

    Cronologia aggiornamenti

    Versione attuale (17 febbraio 2023)

    Revisione medica di Dottoressa Amanda Kallen, Professoressa associata di ostetricia, ginecologia ed endocrinologia riproduttiva, Scuola di Medicina dell’Università di Yale, Connecticut, Stati Uniti

    Pubblicato il (20 dicembre 2022)

    In questo articolo

      Scarica l’app Flo Scarica l’app Flo Scarica l’app Flo

      Sign up for our newsletter

      Our latest articles and news straight to your inbox.

      Thanks for signing up

      We're testing right now so not collecting email addresses, but hoping to add this feature very soon.