Aborto spontaneo o ciclo? Come riconoscerli

    Pubblicato il 26 settembre 2023
    Fonti Verificate
    Revisione medica di Dott.ssa Allison Rodgers, Specialista in endocrinologia riproduttiva, ostetricia e ginecologia, Fertility Centers of Illinois, Illinois, Stati Uniti
    Scritto da Catriona Innes
    Standard di fact-checking di Flo

    Tutti i contenuti di Flo Health rispettano i massimi standard editoriali di accuratezza linguistica, stilistica e medica. Per scoprire cosa facciamo per fornirti le migliori informazioni sulla salute e lo stile di vita, consulta i nostri principi di verifica dei contenuti.

    Se stai provando a rimanere incinta, è comprensibile che trovare del sangue sulla biancheria possa allarmarti. La dottoressa ci spiega come distinguere tra mestruazioni e aborto spontaneo.

    Se ti trovi nella fase del ciclo in cui dovrebbero iniziare le mestruazioni e stai provando a rimanere incinta o se pensi di esserlo già, vedere del sangue sulla biancheria può suscitare tutta una serie di emozioni. Magari ti chiederai se si tratta di mestruazioni, di un sintomo precoce di gravidanza, come le perdite da impianto, di un aborto spontaneo precoce o delle mestruazioni. Come capire se la gravidanza si è interrotta? È naturale mettersi a ispezionare la consistenza e il colore delle perdite per carpire possibili differenze con il sangue mestruale.

    Tutto questo è assolutamente comprensibile. Il percorso verso il concepimento può essere complesso e suscitare ansie e paure. Potresti avere tantissime domande, ad esempio: come riconoscere un aborto in corso? È possibile avere un aborto spontaneo senza sapere di essere incinta? Per rispondere alle tue domande e provare a rassicurarti, abbiamo chiesto delucidazioni alla dottoressa Amanda Kallen, professoressa associata di ostetricia, ginecologia ed endocrinologia riproduttiva presso la Yale University School of Medicine del Connecticut (USA).

    Qual è il modo migliore per riconoscere se si tratta di un aborto spontaneo o del ciclo?

    Sappiamo quanto possa essere stressante ritrovarsi con sangue o spotting sulla biancheria quando stai provando a concepire o potresti già essere incinta e non hai ancora fatto il test. Purtroppo, in questa fase precoce, è quasi impossibile distinguere tra aborto spontaneo, mestruazioni e un aborto spontaneo precoce (chiamato gravidanza biochimica se avviene entro le prime cinque settimane).

    Come spiega la dottoressa Kallen: “I sintomi [in questa fase del ciclo] delle mestruazioni e di una gravidanza biochimica sono molto simili”, possono includere sanguinamento vaginale e crampi; ne parleremo meglio più avanti. Aborto spontaneo e mestruazioni hanno molti sintomi in comune e questo non è rassicurante, soprattutto sapendo che hanno conseguenze estremamente differenti. Ma c’è qualcosa che puoi fare per cercare di capire cosa stia succedendo.

    La prima cosa che la dottoressa Kallen consiglia è fare un test di gravidanza. È possibile farlo anche se il sanguinamento è ancora in corso. Se il test è negativo, si può presumere che si tratti di mestruazioni. In questo caso, se le perdite di sangue sembrano diverse dal solito (un flusso più leggero, più abbondante o irregolare), è consigliabile parlarne con il medico di fiducia per accertarsi che vada tutto bene.

    Se il test è positivo, non andare in panico. Le perdite di sangue in gravidanza possono spaventare, ma non significano necessariamente che sia in corso un aborto spontaneo. Lo spotting (leggero sanguinamento) è effettivamente un comune sintomo precoce di gravidanza. “Le perdite di sangue in gravidanza sono molto comuni”, rassicura la dottoressa Kallen; capitano a una percentuale di persone tra il 15% e il 25% nel corso del primo trimestre. Potresti avere perdite da impianto, che si verificano quando l’embrione si annida nella membrana uterina. Non è sempre immediato capire se si tratta di sanguinamento da impianto o aborto spontaneo

    Tuttavia, è anche possibile che il sanguinamento sia la spia di una gravidanza biochimica. Se ritieni che questo possa essere il tuo caso, fai una visita medica.

    Ricorda che il metodo principale per stabilire se hai un aborto spontaneo o il ciclo è fare un test di gravidanza. “Senza fare un test, non c’è un metodo efficace per stabilire se le perdite di sangue sono da imputarsi a una gravidanza biochimica o alle mestruazioni”, spiega la dottoressa Kallen. Come sempre, in caso di dubbi, richiedi assistenza medica.

    Segnali delle mestruazioni 

    Stabilito quanto sia difficile distinguere tra aborto spontaneo e mestruazioni senza fare un test di gravidanza, esaminiamo insieme alcuni segnali che possono indicare l’arrivo del ciclo mestruale.

    I nostri corpi sono tutti diversi, quindi anche i cicli mestruali lo sono. Le mestruazioni possono verificarsi ogni 28 giorni; tuttavia, secondo una ricerca condotta in collaborazione con Flo, solo il 16% delle donne riporta un ciclo di tale durata. Di fatti, gli esperti considerano normali i cicli che durano da 21 a 35 giorni.

    Le perdite di sangue sono il principale segnale dell’arrivo delle mestruazioni. Il sanguinamento dura, di norma, tra due e sette giorni e questo varia da una persona all’altra e anche da un ciclo all’altro. Anche il colore delle secrezioni può variare, possono essere rosse nel periodo più intenso, marroni o possono verificarsi perdite rosa. Alcune persone hanno perdite più abbondanti di altre; solo tu sai cosa è normale per te, ma generalmente, si perdono dai 30 ai 72 ml di sangue (più o meno da 5 a 12 cucchiaini). Se il tuo flusso è normalmente abbondante, possono verificarsi anche dei coaguli.

    Altri sintomi delle mestruazioni possono includere:

    • Crampi mestruali: dolori nel basso addome, che probabilmente conosci, nei giorni che precedono le mestruazioni e nel corso delle stesse.
    • Sindrome premestruale: condizione frequente che si ritiene colpisca circa 3 persone su 4. I sintomi possono includere acne, gonfiore addominale, sbalzi di umore, stanchezza e desiderio sessuale basso.
    • Voglie: ti capita di avere improvvisamente voglia di cioccolato, carboidrati e bibite dolci intorno alle mestruazioni? Lo sappiamo. Secondo la ricerca, queste voglie sono dovute agli sbalzi ormonali che si verificano in questa fase del ciclo. 

    Ovviamente, i sintomi delle mestruazioni variano da persona a persona. Tu sai cosa è normale per te e se nutri dei dubbi è importante chiedere consiglio al tuo medico di fiducia. 

    Dovresti consultarlo sempre se “il sanguinamento richiede di cambiare l’assorbente ogni ora, se è diverso dal solito, abbondante o continuo, se avverti forti dolori, crampi, giramenti di testa, sensazione di svenimento, brividi o febbre”, consiglia la dottoressa Kallen. Il medico ti aiuterà a capire se il sanguinamento è dovuto a mestruazioni, perdite da impianto o aborto spontaneo.

    Sintomi di aborto spontaneo

    I sintomi di un aborto spontaneo possono differire da quelli delle mestruazioni? Come per le mestruazioni, la dottoressa Kallen spiega che i sintomi di un aborto spontaneo nel primo trimestre “includono sanguinamento (abbondante o leggero), crampi e/o dolore. I sintomi possono essere alquanto variabili, da crampi molto dolorosi a perdite di sangue leggere o addirittura assenti”. 

    In caso di una gravidanza biochimica, potresti avere sanguinamenti abbondanti con coaguli o crampi più intensi rispetto alle normali mestruazioni. Non esiste una cura per la gravidanza biochimica, ma è importante ricevere assistenza e rassicurazioni da parte di un medico. 

    È comprensibile vivere una gravidanza biochimica come una perdita e provare tristezza, sofferenza e ansia. “È come andare sulle montagne russe con il corpo e la mente”, spiega la dottoressa Kallen. Potresti “provare dolore, indifferenza, ansia, tristezza e avere disturbi del sonno o dell’alimentazione”, dopo una gravidanza biochimica o un aborto spontaneo tardivo. Allo stesso modo, aggiunge che “potresti non sentirti per niente triste”. Non ci sono sentimenti giusti o sbagliati. 

    È utile ricordare anche che le probabilità che si verifichino aborti spontanei ricorrenti è molto bassa, succede solo all’1% delle persone. Se ti capita di avere più di un aborto spontaneo, è il caso di rivolgerti a uno specialista di endocrinologia riproduttiva.

    Quanto tempo dopo un aborto spontaneo tornano le mestruazioni? 

    Come i cicli, anche i tempi di ripristino delle mestruazioni dopo un aborto spontaneo possono essere variabili. “Di solito si parla di 4-6 settimane”, afferma la dottoressa Kallen. “Dipende essenzialmente da quanto è durata la gravidanza”. 

    È possibile rimanere nuovamente incinta anche dopo sole due settimane dall’aborto spontaneo. Se non desideri una gravidanza subito, tuttavia, e preferisci darti un po’ di tempo per recuperare emotivamente e fisicamente, valuta la possibilità di assumere un contraccettivo. Inoltre, è preferibile attendere la fine delle prime mestruazioni dopo l’aborto prima di riprovare, in modo da poter monitorare il ciclo con un’app come Flo. La decisione è assolutamente personale e non esiste un momento giusto o sbagliato per provare a concepire di nuovo, se è questo quello che vuoi.

    Riepiloghiamo: aborto spontaneo o ciclo

    Come abbiamo visto, i sintomi di un aborto spontaneo o delle mestruazioni sono molto simili, in particolare nelle cinque settimane dopo l’ultima mestruazione. Il metodo più efficace per riconoscere un aborto spontaneo è fare un test di gravidanza. Non è sempre facile capire se la gravidanza si è interrotta solo dai sintomi. Ricorda che un sanguinamento o dolore leggero o moderato sono frequenti nelle prime fasi della gravidanza, quindi questi sintomi non indicano necessariamente una gravidanza biochimica o un aborto spontaneo. Tuttavia, se hai dubbi consulta sempre il medico. 

    Soprattutto, se si è verificata la perdita della gravidanza sii gentile con te stessa e chiedi aiuto se ne hai bisogno. “È importante prenderti il tempo e lo spazio necessario per vivere il dolore, a prescindere da quanto sia durata la gravidanza. Sii gentile e non darti colpe che non hai”, rassicura la dottoressa Kallen.

    “Chiedi aiuto ai tuoi cari e agli amici fidati”, continua. Non temere, puoi ancora rimanere incinta dopo un aborto. “I gruppi di supporto sono ottime risorse. Se intendi riprovare a concepire, parlane con il medico per stabilire le tempistiche e se occorre eseguire altre indagini”.

    Bibliografia

    “Bleeding during Pregnancy”, The American College of Obstetricians and Gynecologists, www.acog.org/womens-health/faqs/bleeding-during-pregnancy. Consultato il 22 dicembre 2022.

    “Chemical Pregnancy”, Cleveland Clinic, https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/22188-chemical-pregnancy. Consultato il 22 dicembre 2022.

    “Early Pregnancy Loss”, The American College of Obstetricians and Gynecologists, www.acog.org/womens-health/faqs/early-pregnancy-loss. Consultato il 22 dicembre 2022.

    Hendriks, Erin, et al. “First Trimester Bleeding: Evaluation and Management”, American Family Physician, vol. 99, n. 3, feb. 2019, pp. 166–74.

    “Implantation Bleeding: Common in Early Pregnancy?”, Mayo Clinic, 19 aprile 2022, www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/expert-answers/implantation-bleeding/faq-20058257.

    “Overview: Periods”, NHS, 2020, www.nhs.uk/conditions/periods/.

    “Menstrual Cycle: What’s Normal, What’s Not”, Mayo Clinic, 6 dicembre 2022, www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/womens-health/in-depth/menstrual-cycle/art-20047186.

    “Menstrual Cramps”, Mayo Clinic, 30 aprile 2022, www.mayoclinic.org/diseases-conditions/menstrual-cramps/symptoms-causes/syc-20374938.

    “Miscarriage”, Mayo Clinic, 16 ottobre 2021, www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pregnancy-loss-miscarriage/symptoms-causes/syc-20354298.

    Krishnan, Sridevi, et al. “Menstrual Cycle Hormones, Food Intake, and Cravings”, The FASEB Journal, vol. 30, suppl. 1 aprile 2016, https://doi.org/10.1096/fasebj.30.1_supplement.418.6.

    “Premenstrual Syndrome (PMS)”, Mayo Clinic, 25 febbraio 2022, www.mayoclinic.org/diseases-conditions/premenstrual-syndrome/symptoms-causes/syc-20376780.

    “Repeated Miscarriages”, The American College of Obstetricians and Gynecologists, www.acog.org/womens-health/faqs/repeated-miscarriages. Consultato il 22 dicembre 2022.

    Cronologia aggiornamenti

    Versione attuale (26 settembre 2023)

    Revisione medica di Dott.ssa Allison Rodgers, Specialista in endocrinologia riproduttiva, ostetricia e ginecologia, Fertility Centers of Illinois, Illinois, Stati Uniti
    Scritto da Catriona Innes

    Pubblicato il (26 settembre 2023)

    In questo articolo

      Scarica l’app Flo Scarica l’app Flo Scarica l’app Flo

      Sign up for our newsletter

      Our latest articles and news straight to your inbox.

      Thanks for signing up

      We're testing right now so not collecting email addresses, but hoping to add this feature very soon.