Catalogo della salute
Catalogo della salute
Strumenti
Strumenti
    Flo a due è arrivata! Scopri come iscriverti e tutti i vantaggi

    Primi sintomi della gravidanza: sei incinta?

    Pubblicato il 21 marzo 2023
    Fonti Verificate
    Standard di fact-checking di Flo

    Tutti i contenuti di Flo Health rispettano i massimi standard editoriali di accuratezza linguistica, stilistica e medica. Per scoprire cosa facciamo per fornirti le migliori informazioni sulla salute e lo stile di vita, consulta i nostri principi di verifica dei contenuti.

    Quali sono i sintomi della gravidanza nei primi giorni? Dalle mestruazioni saltate alle perdite e ai crampi, osserviamo meglio alcuni dei segnali lanciati dal tuo corpo quando sei incinta.

    Il più frequente sintomo precoce di una gravidanza è l’assenza di mestruazioni, ma non è l’unico. Se pensi di poter essere incinta, è importante ascoltare il tuo corpo e sapere cosa cercare. 

    Le due settimane di attesa tra il tentativo di concepire e il test di gravidanza possono provocare molta ansia e spingerti a osservare ogni piccolo segnale che potrebbe indicare una gravidanza. In altri casi, alcuni sintomi insoliti potrebbero farti temere di essere incorsa in una gravidanza non pianificata. In entrambe le situazioni, preparati ampliando il più possibile le tue conoscenze in modo da vivere questi momenti con maggiore serenità.  

    Di seguito, la ginecologa ci spiega i primi sintomi di gravidanza da conoscere, quando fare il test di gravidanza o quali potrebbero essere eventuali altre cause dei tuoi sintomi. Quindi, se sei in trepidante attesa di fare finalmente il test o se sei preoccupata per i tuoi sintomi, ecco tutte le informazioni che ti occorrono. Non dimenticare che puoi usare il calcolatore per il test di gravidanza per decidere quando è il momento più giusto per farlo.

    Primi sintomi di gravidanza: dopo quanto tempo possono comparire? 

    Dopo quanto tempo si avvertono i primi sintomi della gravidanza? La risposta varia da una persona all’altra, ma le donne e le persone con un ciclo mestruale possono aspettarsi di avvertire i primi sintomi di gravidanza intorno alle prime due o tre settimane dopo un eventuale concepimento. Alcune persone li avvertono prima, mentre altre non ne avvertono affatto, fino alle mestruazioni saltate. “Nella maggior parte dei casi i sintomi compaiono dopo circa 4-5 settimane [dal primo giorno dell’ultima mestruazione]”, spiega la dottoressa Charlsie Celestine, specialista in ostetricia e ginecologia (New Jersey, USA).

    Sintomi precoci di gravidanza più frequenti

    Ogni persona è diversa, ma alcuni sintomi si presentano in molte donne incinte. Oltre alle mestruazioni mancate, alcuni sintomi precoci di gravidanza includono nausea, tensione al seno e spotting. Come ti accorgi di essere incinta nei primi giorni? Scopriamolo insieme.

    Mestruazioni saltate

    Secondo la dottoressa Celestine, uno dei più frequenti sintomi iniziali della gravidanza sono le classiche mestruazioni saltate. “Questo avviene intorno a quella che definiamo la quarta settimana di gravidanza”, spiega. “Anche se può sembrare meno tempo, le settimane di gravidanza si contano dal primo giorno delle ultime mestruazioni”. I sintomi di gravidanza prima del ciclo ovvero dopo un eventuale concepimento e prima che arrivino le mestruazioni possono essere diversi. Vediamoli in dettaglio. Non dimenticare di usare un tracker del ciclo e un calendario mestruale come quelli dell’app Flo per aiutarti a stabilire se le mestruazioni siano saltate o meno.

    Nausea e vomito

    Due altri sintomi iniziali molto frequenti (e ovviamente meno piacevoli) sono la nausea e il vomito. Uno studio ha rilevato che l’87,8% delle donne avverte questi sintomi; quindi, se ti senti nauseata e spossata sappi che non sei la sola. Puoi avvertire uno solo dei sintomi o entrambi. “Alcune persone avvertono solo la nausea, altre vomitano costantemente”, afferma la dottoressa Celestine. 

    Questi primi sintomi di gravidanza si presentano tipicamente dopo le mestruazioni saltate. “Nausea e vomito si presentano tipicamente intorno alla settima/ottava settimana”, aggiunge.

    Avversioni e voglie 

    Il pensiero di mangiare il solito panino a pranzo ti terrorizza? O avverti un’improvvisa e inspiegabile voglia di qualcosa che non ti è mai piaciuto prima? O forse la tua immaginazione sta componendo un’improbabile combinazione di cibi che all’improvviso sembra super invitante? Anche questi sono primi sintomi di gravidanza frequenti. Quali sono i sintomi nella prima settimana o nel primo mese di gravidanza? Nei primi giorni della gravidanza, circa tre settimane dopo il concepimento, il 54% delle donne avverte avversioni per determinati cibi e bevande o un aumento della sensibilità agli odori. 

    Può anche capitare di avere voglia di cibi che di solito non mangi; questo succede al 61% delle donne. Ti stai chiedendo se qualcun’altra abbia mai provato la stessa tua immensa e insaziabile voglia di sottaceti? Scopri le voglie più frequenti in gravidanza qui.

    Tensione al seno

    Anche il seno nei primi giorni di gravidanza può lanciare dei segnali utili a farti capire di essere incinta. Secondo uno studio, il 76,2% delle donne avverte dolore o tensione al seno nel primo trimestre. La tensione al seno è uno dei possibili sintomi a concepimento avvenuto e può verificarsi da pochi giorni a una o due settimane dopo. La tensione è provocata dalle oscillazioni ormonali tipiche della gravidanza. 

    Questo può essere un segnale precoce di gravidanza prima delle mestruazioni saltate, che può verificarsi già quando sei incinta di 1-2 settimane tra i sintomi. “Per ognuna è diverso e alcune persone non avvertono affatto questo sintomo”, afferma la dottoressa Celestine. “È causato dall’aumento di estrogeni e progesterone durante la gravidanza”.

    Spotting

    Il termine “spotting” di norma indica il leggero sanguinamento che si verifica fuori dai giorni delle mestruazioni. Sebbene questo sintomo possa allarmare, non è necessariamente motivo di preoccupazione. Lo spotting all’inizio della gravidanza può essere dovuto alle perdite da impianto, che sono assolutamente normali e possono verificarsi quando l’embrione si annida nell’utero, di solito dopo circa 10-14 giorni dopo il concepimento. Tuttavia, se le perdite risultano abbondanti, fai un controllo medico in modo da distinguere tra sanguinamento da impianto e aborto spontaneo.

    Lo spotting è frequente anche durante il primo trimestre di gravidanza; il sanguinamento nelle prime 12 settimane di gravidanza si verifica in circa il 25% delle donne. 

    La dottoressa Celestine consiglia a chi sperimenta questa sorta di “mestruazioni anomale” di fare un test di gravidanza. Se è positivo, è importante monitorare le perdite di sangue. Le perdite da impianto di norma durano uno o due giorni e sono molto leggere, solitamente basta un semplice salvaslip come protezione. Purtroppo, talvolta, il sanguinamento può essere più copioso ed essere un segnale di aborto spontaneo o gravidanza ectopica. Sebbene questo possa spaventare, non andare in panico; secondo uno studio una persona incinta su quattro dichiara di avere sanguinamenti in gravidanza, ma tra queste solo in 1 su 10 si verifica un aborto spontaneo. 

    Quindi stai serena. “Molte volte, uno spotting con perdite di colore rosa, marroni o rosse può comunque avvenire in una gravidanza normale”, spiega la dottoressa Celestine.

    Crampi

    Come durante le mestruazioni, tra i sintomi di gravidanza dei primi giorni, il mal di pancia potrebbe fare capolino già 6-10 giorni dopo il concepimento. Possono verificarsi in concomitanza con l’impianto, anche se l’evidenza scientifica relativa a questo fenomeno è ancora scarsa.

    “Se avverti leggeri crampi, o un leggero spotting, tienili sotto controllo”, consiglia la dottoressa Celestine. “Ma se il dolore è forte e il sanguinamento abbondante, è necessario fare una visita quanto prima, perché potrebbe trattarsi di aborto spontaneo”, continua la dottoressa. Purtroppo, anche questo può essere sintomo di una gravidanza ectopica. È importante valutare l’intensità del dolore, perché un lieve mal di pancia non rappresenta necessariamente un motivo di preoccupazione, quindi non saltare a conclusioni affrettate e inutili allarmismi.  

    Perdite vaginali

    Durante la gravidanza, alcune donne hanno più perdite vaginali rispetto a prima e anche il loro aspetto potrebbe cambiare. “A volte, le perdite vaginali possono cambiare a causa dei nuovi ormoni prodotti durante la gravidanza”, afferma la dottoressa Celestine. “L’aumento di estrogeni causa perdite bianche e lattiginose. 

    Anche le urine cambiano colore in gravidanza? “Assolutamente no”, afferma. “Le due cose non sono correlate. Il colore delle urine dipende da cosa [e quanto] si mangia e beve per tutte le persone, incinte o meno”.

    Sbalzi d’umore

    Ovviamente, il cattivo umore può avere moltissime cause, ma gli sbalzi sono uno dei primissimi sintomi se sei incinta che si presentano già dopo circa tre settimane dal concepimento. “Alcune persone si sentono più irritabili”, afferma la dottoressa Celestine. Se ti senti ansiosa o depressa, sappi che non sei la sola. Questi sono i principali problemi di salute mentale durante la gravidanza; circa il 12% delle donne va in depressione, mentre il 13% in uno stato di ansia. Queste sensazioni sono comprensibilmente difficili da gestire, quindi se hai bisogno di aiuto non esitare a rivolgerti ai tuoi cari o al tuo medico.

    Stanchezza

    Alza la mano se ti senti assolutamente esausta! La dottoressa Celestine, afferma che sebbene la stanchezza sia normalmente il primo sintomo della gravidanza, spesso si protrae per tutto il primo trimestre. In alcune persone, può comparire già una settimana dopo il concepimento. E per le altre? “Poco dopo la nausea e il vomito, quindi dopo sette/otto settimane, le persone incinte iniziano a sentirsi più stanche”, spiega. Questo è normale se si considera che il corpo sta creando da zero un nuovo essere umano.

    Minzione frequente

    Hai spesso lo stimolo per urinare? Se vai in bagno più spesso del solito, anche durante la notte, questo potrebbe essere uno dei primi sintomi di gravidanza. Il fenomeno è dovuto all’aumento dei livelli di sangue quando si è in attesa. Il sangue viene filtrato dai reni, che rimuovono il fluido di scarto attraverso le urine. In pratica, più sangue è presente nel corpo, più necessità si avrà di urinare. Questo può succedere già tre settimane dopo il concepimento, anche se la dottoressa Celestine ci spiega che questo sintomo tende ad accentuarsi nel terzo trimestre a causa della “pressione dell’utero sulla vescica dovuta al suo ingrossamento e alla presenza del feto”.

    Gonfiore

    Il gonfiore è un altro sintomo precoce di gravidanza, che si ritiene sia dovuto all’aumento dei livelli di progesterone. Si verifica di norma circa una settimana dopo l’ovulazione, anche se può avere diverse altre cause, tra cui consumare un pasto abbondante troppo velocemente (ci siamo passati tutti).

    Stitichezza

    È uno dei “primi sintomi di gravidanza meno piacevoli, ma può insorgere già tre settimane dopo il concepimento. In effetti, uno studio ha rilevato che tra l’11% e il 38% delle persone incinte compare la stitichezza nel corso della gravidanza, di norma intorno al terzo trimestre. Ancora una volta, la responsabilità è dell’aumento di progesterone.

    Sintomi precoci di gravidanza meno frequenti

    Sebbene molti dei primissimi sintomi di una gravidanza siano ben noti, ne esistono anche altri meno ovvi. Continua a leggere per saperne di più sui sintomi iniziali di gravidanza più insoliti.

    Mal di testa

    Il mal di testa potrebbe non essere un sintomo di gravidanza ovvio, ma può essere uno dei più precoci. “Ho visto persone avere mal di testa sin dai primi tempi. Può succedere con le oscillazioni ormonali”, spiega la dottoressa Celestine. I mal di testa più comunemente associati alla gravidanza sono l’emicrania e la cefalea tensiva. Vari studi dimostrano che la cefalea tensiva rappresenta il 26% di tutti i mal di testa che insorgono in gravidanza, mentre le donne incinte hanno fino al 10% dei casi delle emicranie senza aura (un’emicrania con aura è accompagnata da un insieme di sintomi neurologici come la visione di lampi o la vista oscurata). 

    Il mal di testa nelle prime fasi della gravidanza può essere causato da vari fattori, tra cui oscillazioni ormonali, congestione nasale (ne parleremo meglio più avanti), fame e glicemia bassa. Se hai difficoltà (comprensibilissime) a gestire il mal di testa in gravidanza, gli esperti consigliano di fare l’attività fisica, bere molta acqua, dormire abbastanza, mangiare regolarmente e praticare tecniche di rilassamento.  

    Congestione nasale

    Se hai il naso otturato o che cola, la causa potrebbe essere l’aumento dei livelli ormonali e la produzione di sangue. Questo accade durante la gravidanza e può causare il rigonfiamento della membrana mucosa del naso. Nota come “rinite”, ne soffre il 39% delle donne e i principali sintomi sono starnuti e naso che cola. Può presentarsi in qualsiasi momento, ma dovrebbe scomparire dopo il parto. Ricordalo quando acquisti il centesimo pacco di fazzolettini al supermercato!

    Quando è il momento giusto per fare un test di gravidanza?

    Sappiamo che l’attesa tra l’ovulazione e il test di gravidanza può sembrare lunga e siamo tentate di fare il test immediatamente. Come escludere di essere incinta? Se l’idea di una possibile gravidanza ti preoccupa, l’attesa può essere molto difficile. Tuttavia, nelle primissime fasi della gravidanza può essere molto difficile rilevarla con un test fai da te e gli esperti consigliano di attendere fino al giorno dopo le mestruazioni mancate, in modo che risulti più accurato.

    Quando ti accorgi che le mestruazioni non sono arrivate, la dottoressa Celestine consiglia di fare un test di gravidanza e di farlo di primo mattino. “I test di gravidanza basati sulle urine necessitano di una certa quantità di ormoni della gravidanza per fornire un risultato positivo”, ci spiega. L’ormone della gravidanza si chiama gonadotropina umana cronica (hCG) e si sviluppa solo nelle donne incinte. Circa 10 giorni dopo la fecondazione dell’ovulo, l’ormone inizia ad aumentare nel corpo. 

    “Viene espulso con le urine, quindi la prima minzione del mattino ne avrà una maggiore concentrazione, poiché i livelli salgono per tutta la notte”, spiega la dottoressa Celestine. Durante il giorno, quando si mangia, beve e urina, le urine possono essere più diluite. “Quindi il mattino è il momento migliore per fare il test, soprattutto se molto precocemente”, afferma.

    È possibile avvertire i “sintomi iniziali di una gravidanza” e non essere incinta?

    Se avverti sintomi che possono sembrare simili ai primi segnali di gravidanza non significa necessariamente che sei incinta. La dottoressa Celestine afferma che i sintomi possono essere molto simili a quelli mestruali. “Spesso, la PMS presenta sintomi simili: gonfiore, nausea, tensione al seno”, spiega.

    Crampi e spotting possono essere sintomi di molte condizioni. “Crampi e spotting possono anche essere sintomi di un’infezione sessualmente trasmissibile, di una cisti ovarica, di polipi [crescita anomala di tessuto solitamente benigna] nell’utero di fibromi uterini. Qualsiasi altro tipo di infezione vaginale può talvolta provocare spotting”, spiega la dottoressa Celestine. “Le cause potrebbero essere tantissime. Quindi se temi possa trattarsi di una gravidanza o se le mestruazioni sono in ritardo, consiglio un test di gravidanza e una visita medica”.

    Quando è il momento giusto di fare una visita medica all’inizio della gravidanza?

    Se fai un test di gravidanza a casa e risulta positivo, chiama il tuo ginecologo di fiducia (o cercane uno se non ce l’hai) e prenota una visita per discutere delle prossime fasi. La priva visita avviene, di norma, tra le 6 e le 12 settimane di gravidanza, anche se i tempi esatti dipendono dalle tue esigenze e dalla tua anamnesi oltre che dalle prassi adottate dal tuo medico. 

    Cosa succede durante la prima visita? La cosa più importante è verificare che il bambino abbia un battito cardiaco sano, il che avviene tramite ecografia o con l’ausilio di uno stetoscopio fetale. Tieni presente che nemmeno con l’ecografia si riuscirà a vedere il bambino fino a circa 6-8 settimane, quindi non allarmarti.

    Se invece le mestruazioni sono saltate ma il test di gravidanza è negativo, la dottoressa Celestine consiglia di aspettare una settimana e ripeterlo. Successivamente, se le mestruazioni continuano a non arrivare e il test di gravidanza è ancora negativo, consiglia di fare una visita medica. “Questo vale se ti senti bene”, afferma e aggiunge che dovresti contattare immediatamente un medico se hai forti dolori o qualcosa ti preoccupa.

    Se speravi che il test di gravidanza fosse positivo, non scoraggiarti. È naturale rimanerci male, ma ricorda che circa l’85% delle persone concepisce nell’arco di un anno, quindi prova a concentrarti sul prossimo ciclo. Se pensi che il test negativo sia un bel colpo di fortuna, forse è il caso di rivalutare il tuo metodo contraccettivo.

    Primi sintomi di gravidanza: riepiloghiamo

    Come abbiamo visto, esistono molti sintomi precoci di gravidanza e sono variabili da persona a persona. Detto questo, una mestruazione saltata è spesso il primo segnale, seguito da sintomi come vomito, nausea e tensione al seno. 

    Se il ritardo o altri sintomi che potrebbero essere primi sintomi di gravidanza ti preoccupano, è consigliabile fare un test di gravidanza e parlarne con un medico.

    Bibliografia

    “Am I Pregnant?” Cleveland Clinic, my.clevelandclinic.org/health/articles/9709-pregnancy-am-i-pregnant. Consultato il 3 novembre 2022.

    Bayley, Tracy M., et al. “Food Cravings and Aversions during Pregnancy: Relationships with Nausea and Vomiting.” Appetite, vol. 38, no. 1, Feb. 2002, pp. 45–51.

    Dzieciolowska-Baran, Edyta, et al. “Rhinitis as a Cause of Respiratory Disorders during Pregnancy.” Advances in Experimental Medicine and Biology, vol. 755, 2013, pp. 213–20.

    “Ectopic Pregnancy.” Mayo Clinic, 12 Mar. 2022, www.mayoclinic.org/diseases-conditions/ectopic-pregnancy/symptoms-causes/syc-20372088.

    “Fetal Pole.” Cleveland Clinic, my.clevelandclinic.org/health/body/22546-fetal-pole. Consultato il 30 novembre 2022.

    Hasan, Reem, et al. “Patterns and Predictors of Vaginal Bleeding in the First Trimester of Pregnancy.” Annals of Epidemiology, vol. 20, no. 7, July 2010, pp. 524–31.

    “Have a Look at Start for Life’s Pregnancy Q&A Page.” NHS, www.nhs.uk/start4life/pregnancy/pregnancy-faqs/. Consultato il 30 novembre 2022.

    “Headaches during Pregnancy: What’s the Best Treatment?” Mayo Clinic, 10 Aug. 2022, www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/expert-answers/headaches-during-pregnancy/faq-20058265

    “Headaches in Early Pregnancy.” Johns Hopkins Medicine, 19 Nov. 2019, www.hopkinsmedicine.org/health/conditions-and-diseases/staying-healthy-during-pregnancy/headaches-in-early-pregnancy.

    Hendriks, Erin, et al. “First Trimester Bleeding: Evaluation and Management.” American Family Physician, vol. 99, no. 3, Feb. 2019, pp. 166–74.

    “Home Pregnancy Tests: Can You Trust the Results?” Mayo Clinic, 24 Feb. 2021, www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/getting-pregnant/in-depth/home-pregnancy-tests/art-20047940.

    Jukic, Anne Marie Z., et al. “Analgesic Use at Ovulation and Implantation and Human Fertility.” American Journal of Obstetrics and Gynecology, vol. 222, no. 5, May 2020, pp. 476.e1–476.e11.

    “Miscarriage: Symptoms.” NHS, www.nhs.uk/conditions/miscarriage/symptoms/. Consultato il 30 novembre 2022.

    Nazik, Evsen, and Gulsen Eryilmaz. “Incidence of Pregnancy-Related Discomforts and Management Approaches to Relieve Them among Pregnant Women.” Journal of Clinical Nursing, vol. 23, no. 11–12, June 2014, pp. 1736–50.

    Negro, A., et al. “Headache and Pregnancy: A Systematic Review.” The Journal of Headache and Pain, vol. 18, no. 1, Oct. 2017, p. 106.

    “Pregnancy Constipation.” Cleveland Clinic, my.clevelandclinic.org/health/diseases/21895-pregnancy-constipation. Consultato il 30 novembre 2022. 

    “Pregnancy Tests.” Cleveland Clinic, my.clevelandclinic.org/health/articles/9703-pregnancy-tests. Consultato il 3 novembre 2022.

    “Prenatal Care: 1st Trimester Visits.” Mayo Clinic, 6 Aug. 2022, www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/pregnancy-week-by-week/in-depth/prenatal-care/art-20044882.

    “Session